Smart&Start Italia: L'agevolazione per la tua Startup innovativa

Aggiornamento: mag 10

Smart&Start Italia è lo strumento con cui Invitalia sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative finanziando progetti compresi tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro. La domanda si presenta solo online sulla piattaforma di Invitalia.


Il finanziamento di Invitalia è rivolto alle startup innovative costituite da non più di 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese. Possono richiedere il finanziamento:

  • Le startup innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi;

  • I team di persone fisiche che vogliono costituire una startup innovativa in Italia, anche se residenti all’estero, o cittadini stranieri in possesso dello "startup Visa”;

  • Le imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano.

I requisiti che qualificano un’impresa come "startup innovativa" sono indicati all’art. 25 del D.L. 179/2012.


Smart&Start Italia finanzia il piano d'impresa della tua startup innovativa fornendo l'aiuto per acquistare beni di investimento, servizi, spese del personale e costi di funzionamento aziendale.

Il progetto imprenditoriale della startup deve possedere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • Avere un significativo contenuto tecnologico e innovativo;

  • Essere orientato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things;

  • Essere finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata.

L'agevolazione di Invitalia consiste in un finanziamento a tasso zero, senza alcuna garanzia, a copertura dell’80% delle spese ammissibili. Questa percentuale può salire al 90% se la startup è costituita interamente da donne e/o da giovani sotto i 36 anni, oppure se tra i soci è presente un esperto col titolo di dottore di ricerca italiano (o equivalente) che lavora all’estero e vuole rientrare in Italia. Le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia possono godere di un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo e restituire così solo il 70% del finanziamento ricevuto.


Vi ricordiamo che il Decreto Rilancio ha esteso estende il contributo a fondo perduto anche alle startup innovative localizzate nel Cratere sismico del Centro Italia. Il finanziamento va restituito in 10 anni a partire dal 12° mese successivo all’ultima quota di finanziamento ricevuto.


Per presentare la domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata, occorre inoltre registrarsi ai servizi online di Invitalia indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario prima di compilare la domanda telematica sul sito di Invitalia.


Siamo a disposizione per ulteriori informazioni o per assistervi nella predisposizione e nell'invio della domanda telematica





6 visualizzazioni0 commenti

S U P E R A   LA   C R I S I  

Emergenza Coronavirus

images.jpg
  • Facebook Icona sociale