Emergenza Coronavirus: Decreto liquidità

Il Decreto liquidità annunciato lunedì 6 aprile di cui abbiamo parlato qui, oltre a prevedere misure per la liquidità delle imprese, ha introdotto alcune novità in merito alla sospensione dei versamenti.


Il Decreto ha infatti previsto una sospensione dei versamenti tributari e contributivi in scadenza nel mese di aprile e maggio 2020 ma solo per alcuni contribuenti.


Nello specifico è stato annunciato che, per godere della sospensione, le imprese con fatturato inferiore ai 50 milioni di euro debbano avere subito un calo dei ricavi di almeno il 33% nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto agli stessi mesi del 2019. Tale percentuale è aumentata al 50% in caso di imprese con fatturato superiore ai 50 milioni di euro.


La sospensione riguarda i seguenti versamenti:


  • Ritenute da lavoro autonomo e redditi assimilati;

  • Addizionali regionali e comunali relative ai redditi da lavoro autonomo e assimilati;

  • IVA

  • Contributi INPS e premi INAIL;


Restano ferme le sospensioni contenute nei precedenti decreti e che riguardano i settori maggiormente colpiti dall’ emergenza e il comparto sportivo.


I versamenti sospesi sono effettuati senza l’applicazione di sanzioni in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino ad un massimo di 5 tranche mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno.


È stato infine previsto che i versamenti in scadenza il 20 marzo 2020 siano considerati tempestivi se effettuati entro il 16 aprile 2020.




0 visualizzazioni

Contatti

​​Tel: 06.37517491

Cell: 3939178531

Fax: 06.37354610​

info@fenimprese.it

  • Facebook Icona sociale

© 2020 by FenImprese

Proudly created with Wix.com

Termini e condizioni

Privacy