Decreto Rilancio: La rivalutazione di quote e terreni

Il Decreto Rilancio ha previsto la riapertura dei termini per la rivalutazione di quote e terreni, sarà quindi possibile rideterminare il costo di acquisto di terreni e partecipazioni posseduti alla data del 1° luglio 2020.


L'agevolazione era stata introdotta dagli articoli 5 e 7 della legge n. 448/2001 per i seguenti soggetti:

  • Persone fisiche non esercenti attività d’impresa;

  • Società semplici, società e associazioni ad esse equiparate ai sensi dell’art. 5 TUIR;

  • Enti non commerciali per quel che attiene alle attività non inerenti all’attività d’impresa;

  • Soggetti non residenti, privi di stabile organizzazione in Italia.


Per usufruire della rivalutazione sarà necessario versare l'imposta sostitutiva pari all'11% da effettuare:

  • In un’unica soluzione entro il 30 settembre 2020;

  • In 3 rate a decorrere dalla stessa data.

Il nuovo valore delle quote e delle partecipazioni deve risultare da perizia redatta e giurata entro il 30 settembre 2020.


Considerando il nuovo regime impositivo che prevede un prelievo sostitutivo alla fonte del 26% sulle plusvalenze derivanti dalla cessione a titolo oneroso delle partecipazioni qualificate, può essere molto vantaggioso effettuare una rivalutazione prima di procedere alla cessione di partecipazioni sociali o di terreni.


Siamo ovviamente a disposizione per qualsiasi informazione

32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

S U P E R A   LA   C R I S I  

Emergenza Coronavirus

images.jpg
  • Facebook Icona sociale