Bonus Pubblicità: Proroga 2021-2022

La Legge di Bilancio, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 322 del 30/12/2020, ha introdotto alcune importanti novità relative al Bonus Pubblicità che permetteranno di usufruire di questa agevolazione anche per gli anni 2021 e 2022.


Il contributo, per gli anni 2021 e 2022, verrà concesso entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascuno anno e la copertura finanziaria sarà garantita dal “Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione. Il Legislatore ha così voluto continuare ad incentivare gli investimenti pubblicitari sui giornali, cartacei e digitali, e sulle emittenti televisivi e radiofoniche, locali e nazionali.

Per i prossimi due anni, il Bonus continuerà ad essere pari al 50% dell'intero investimento pubblicitario effettuato nel corso dell'anno e non sarà necessario verificare l’incremento dell’1% degli investimenti pubblicitari realizzati nell’anno precedente rispetto a quelli dell’anno di riferimento.

Sono agevolabili gli investimenti pubblicitari effettuati su:

  • Giornali quotidiani e periodici, anche online;

  • Emittenti televisive e radiofoniche, sia locali che nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato.


Restano invece escluse le spese sostenute per:


  • L’acquisto di spazi nell’ambito della programmazione o dei palinsesti editoriali per pubblicizzare o promuovere televendite di beni e servizi;

  • La trasmissione o per l’acquisto di spot radio e televisivi di inserzioni o spazi promozionali relativi a servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite in denaro, di messaggeria vocale, chat-line;

  • Costi accessori di intermediazione e ogni altro onere diverso dall’acquisto dello spazio pubblicitario, anche se ad essa funzionale o connessa.

Tuttavia, secondo quanto specificato nell’ambito delle FAQ pubblicate dal Dipartimento per l’informazione e l’editoria sul proprio sito, nel caso di acquisto degli spazi pubblicitari per il tramite di concessionarie, rileva il prezzo riconosciuto alla concessionaria.

È fondamentale sottolineare che per poter richiedere il Bonus, l'investimento deve essere effettuato su emittenti radiofoniche e televisive iscritte presso il Registro degli operatori di comunicazione o su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, in edizione cartacea o digitale, iscritti presso il competente Tribunale o, in alternativa, presso il Registro degli operatori di comunicazione (ROC), e dotati in ogni caso della figura del direttore responsabile.


Vi ricordiamo inoltre che possono beneficiare del Bonus i soggetti titolari di reddito d'impresa o di lavoro autonomo, i professionisti e gli enti non commerciali. Tali soggetti dovranno presentare:


  1. Una “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, contenente i dati degli investimenti effettuati o da effettuare nell’anno agevolato;

  2. Una “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, per dichiarare che le spese precedentemente comunicate sono effettivamente state sostenute e che soddisfano i requisiti richiesti.


Per inviare le due comunicazioni sarà necessario accedere ai servizi telematici del sito dell’Agenzia delle Entrate in proprio o tramite un intermediario abilitato, secondo le tempistiche che verranno comunicate dall’ente.


Vi ricordiamo infine che tutte le spese devono risultare da apposita attestazione rilasciata da un commercialista o da un revisore legale dei conti.


Per poter usufruire del credito occorrerà quindi:


  • Valutare l’ammontare degli investimenti pubblicitari in campagne pubblicitarie sulla stampa e sulle emittenti radio-televisive che si intende effettuare nel corso del 2021;

  • Preparare la comunicazione di cui al punto 1;

  • Preparare i documenti necessari all’invio della dichiarazione di cui al punto 2. (fatture, bonifici, attestazione delle spese).


Per finire, vi ricordiamo che il Bonus Pubblicità, previsto per gli anni 2021 e 2022, è soggetto al limite degli aiuti “de minimis” di cui ai regolamenti dell'Unione europea richiamati nella norma istitutiva (art. 57 bis del D.L. n. 50-2017).


Siamo ovviamente a disposizione per assistervi in tutti i passaggi necessari per l'invio della richiesta e per la fruizione del presente credito d’imposta.

3 visualizzazioni0 commenti

Contatti

​​Tel: 06.37517491

Cell: 3939178531

Fax: 06.37354610​

info@fenimprese.it

  • Facebook Icona sociale

© 2020 by FenImprese

Proudly created with Wix.com

Termini e condizioni

Privacy